Degenerazione Maculare legata all'età

Quando il tempo si fa vedere

Cos'è la degenerazione maculare

La degenerazione maculare legata all'età è una tra le più gravi patologie dell'occhio. Interessa la macula, vale a dire la porzione centrale della retina deputata alla visione distinta e dei colori. La malattia provoca una grave riduzione dell'acutezza visiva e, quindi, compromette la qualità della vita. Si stima che colpisca il 5-10% della popolazione al di sopra dei 75 anni di età.

La degenerazione maculare legata all'età viene comunemente classificata in due forme:

  • forma secca, caratterizzata da un progressivo deterioramento della zona centrale della retina detta macula (atrofia maculare), con un lento peggioramento della visione centrale e la deformazione delle immagini che vengono fissate;
  • forma umida (essudativa), in cui avviene la crescita di vasi sanguigni anomali, chiamati neo vasi, con insorgenza acuta o subacuta: questa è la forma più temibile e invalidante.

Esistono alcuni segni premonitori legati all'invecchiamento, che vengono individuati nel corso di una visita oculistica e che, comunque, non sempre evolvono verso la malattia. Essi sono le drusen - depositi che si accumulano sotto la retina - e le alterazioni dello strato sottoretinico (chiamato epitelio pigmentato)

Fattori di Rischio


Il fattore di rischio principale è l'età (generalmente si presenta dopo i 65 anni), a cui seguono il fumo di sigaretta e la familiarità. Numerosi altri fattori sono stati presi in esame, ma non esistono dati sufficienti per poterli considerare essenziali. Tra questi ricordiamo: l'ipermetropia, i fattori cardiovascolari, l'ipertensione sistemica, l'indice di massa corporea, il colore dell'iride, l'esposizione alla luce solare e i fattori nutrizionali.

Diagnosi e Prevenzione

La diagnosi della degenerazione maculare legata all'età può essere:

  1. clinica, sulla base della distorsione delle immagini (con conseguente riduzione della vista lamentata dal paziente) e delle alterazioni del fondo oculare rilevate nel corso di una visita oculistica;
  2. strumentale, attraverso esami non invasivi, come la tomografia a coerenza ottica (OCT), o invasivi, come la fluorangiografia (FAG) e l'angiografia al verde di indocianina (ICG), che richiede la somministrazione di un mezzo di contrasto.

Terapia della Degenerazione Maculare legata all'età

Un trattamento preventivo delle forme iniziali può essere utile nel ritardare l'evoluzione della malattia con l'assunzione di vitamine e antiossidanti, i cosiddetti integratori alimentari. Le forme umide possono essere trattate ricorrendo alla terapia fotodinamica con verteporfina. Per queste stesse forme oggi hanno acquistato un grande sviluppo le iniezioni praticate direttamente nel bulbo oculare a base di molecole in grado di bloccare la crescita dei nuovi vasi dannosi per la retina (anti-VEGF).


Glaucoma Degenerazione Maculare legata all'età Cataratta Retinopatia Diabetica

Advertising

X115