Retinopatia Diabetica

Quando lo zucchero va tenuto d'occhio

Cos'è la Retinopatia Diabetica

Il diabete è una malattia cronica caratterizzata da un aumento del glucosio nel sangue (iper glicemia). È dovuto a un'insufficiente quantità di insulina prodotta dal nostro organismo fino alla sua totale mancanza. La retinopatia diabetica è una frequente complicanza a livello oculare, caratterizzata da un'alterazione del tessuto e dei vasi della retina.

Si presenta in due forme:

  • non proliferante: tipica delle fasi iniziali, caratterizzata da microemorragie e microaneurismi, qualche volta con aree ischemiche (insufficiente apporto d'ossigeno);
  • proliferante: grave evoluzione della precedente con formazione di neovasi che possono determinare emorragie massive e distacco di retina sino alla cecità.

Nei Paesi industrializzati la retinopatia diabetica è la principale causa di cecità legale tra i 20 e i 65 anni di età.

Fattori di Rischio per la Retinopatia Diabetica

Lo sviluppo della retinopatia diabetica è strettamente collegato alla durata della malattia diabetica e al suo controllo metabolico. Ci sono altri fattori di rischio, quali l'aumento della pressione arteriosa, la dieta ricca di zuccheri, la mancanza di attività fisica, il fumo e lo stress.

Diagnosi e Prevenzione

Per prevenire o ridurre la gravità della retinopatia diabetica è importante regolarizzare le abitudini di vita e mantenere sotto stretto controllo la glicemia e la pressione arteriosa. È indispensabile eseguire controlli oculistici periodici ogni sei mesi o ogni anno (a seconda del giudizio dell'oftalmologo). Nei casi più avanzati per monitorare la malattia si ricorre alla fluorangiografia.

Trattamento della Retinopatia Diabetica

l trattamento di questa patologia consiste fondamentalmente in tre livelli:

  • il trattamento medico è volto a normalizzare i valori della glicemia, della pressione arteriosa e ad eliminare tutti i potenziali fattori di rischio, per arrestare o rallentare la progressione del danno alla retina;
  • il trattamento parachirurgico mira a distruggere, mediante una sorgente laser, l e aree ischemiche della retina (prive di adeguato apporto di ossigeno e di sostanze nutritive) e a prevenire la formazione dei neovasi dannosi;
  • l'intervento chirurgico denominato vitrectomia: consiste nell'asportare il gel vitreale e tutte quelle lesioni membranose che, negli stadi più avanzati, possono provocare il distacco della retina.

Glaucoma Degenerazione Maculare legata all'età Cataratta Retinopatia Diabetica

Advertising

X115