La sonnolenza dopo i pasti


La sonnolenza dopo i pasti è un problema abbastanza diffuso. Le cause sono da ricercare in una digestione lenta e difficile, che sottrae energia all’organismo.

Durante la digestione è impensabile svolgere lavoro atletico, ma è anche sbagliato mettersi a dormire, l’ideale sarebbe praticare un’attività molto blanda (tipo passeggiare molto lentamente). La digestione è completamente in relazione con quello che mangiamo, sicuramente è preferibile attingere le calorie necessarie suddividendole in più pasti, il consiglio è di sei, per evitare all’apparato digestivo grandi moli di lavoro.

Gli alimenti più lunghi e difficili da rendere assimilabili sono i grassi, è quindi necessario non eccedere, soprattutto per quelli saturi di origine animale.

I cibi freschi sono sempre da preferire a quelli che contengono conservanti ed additivi, ed è meglio limitare i fritti, gli intingoli e i piatti molto elaborati.

Un consiglio utile è quello di non mangiare frutta a fine pasto. La sua composizione molto semplice determina, se consumata da sola, tempi digestivi molto rapidi, ma ingerita insieme ad altri alimenti, stazionerà nello stomaco, permettendo la fermentazione degli zuccheri in essa contenuti, reazioni che coinvolgeranno anche il resto del cibo provocando gonfiore e ritardi digestivi.

Altre situazioni che possono creare problemi sono: l’associazione caffè-grassi del latte (la presenza di caffeina determina un notevole allungamento dei tempi digestivi dei grassi del latte), il bere troppa acqua durante i pasti (l’acqua potrebbe diluire eccessivamente i succhi gastrici preposti alla digestione), l’assunzione di cibi o bevande ghiacciate e una sbagliata combinazione alimentare (vedi: LE COMBINAZIONI ALIMENTARI).

Amari, sorbetti, e liquori vari, che spesso si ingeriscono dopo i pasti, non sono affatto utili, anzi poiché, solitamente contengono zuccheri, provocano fermentazioni e allungamenti dei tempi digestivi. In Cina, vi è l’antica tradizione di bere durante i pasti tiepido, ovviamente non zuccherato, allo scopo di rendere più facili e veloci i processi digestivi, potrebbe essere una soluzione valida.

Due prodotti erboristici, molto efficaci per migliorare la digestione, sono la papaia e l’ananas, eccezionali soprattutto per le proteine.


Articoli Consigliati

Advertising