Fabbisogno calorico


I consumi energetici sono la somma:

-del fabbisogno dovuto alle necessità di mantenimento della vita (METABOLISMO DI BASE)

-del dispendio energetico dovuto alle varie attività (sportiva, lavorativa, familiare).

Il metabolismo di base varia in rapporto ad età, sesso e costituzione fisica.

Per quanto concerne l'età, la spesa energetica richiesta dal metabolismo di base sale dai 6 anni fino all'adolescenza, quindi si assesta, per poi, dopo i 30 anni scendere di circa un 2% ogni decennio.

Gli uomini bruciano più delle donne, anche a parità di peso e di altezza, perché hanno una percentuale più alta di massa magra (il metabolismo di base dipende in gran parte dalla composizione corporea, i muscoli consumano di più).

Anche la dimensione corporea incide, soprattutto la superficie più che il peso; in pratica a parità di peso, un soggetto più alto brucia più calorie.

Altri fattori che influenzano il metabolismo di base sono:

-il clima (il freddo lo fa crescere);

-lo stato nutrizionale (il digiuno lo riduce e l'alimentazione proteica lo aumenta);

-gli ormoni (adrenalina e tirosina lo alzano);

-lo stato di salute (la febbre lo cresce di circa un 13% per ogni linea, mentre i sedativi lo riducono).

Fabbisogno giornaliero espresso in calorie

Altezza in cm Peso uomo in kg Peso donna in kg Metabolismo di base M. di base più attività leggera M. di base più attività media M. di base più attività pesante
uomo donna uomo donna uomo donna uomo donna
150
48,6
1150
1500
1900
2250
155
51,2
1200
1600
2000
2400
160 60,1 54,0 1400 1250 1850 1700 2300 2100 2750 2500
165 63,0 57,0 1450 1350 1950 1800 2400 2250 2900 2700
170 66,0 60,5 1550 1450 2050 1900 2550 2400 3050 2850
175 70,0 64,0 1600 1500 2150 2000 2700 2500 3250 3050
180 74,0 68,0 1700 1600 2300 2150 2850 2650 3400 3200
185 78,0
1800
2400
3000
3600
190 82,5
1900
2550
3200
3800

Per attività leggere si intendono quelle in cui non vi è lavoro muscolare, ad esempio: impiegati, liberi professionisti, agenti di commercio, agenti assicurativi.

Le attività medie comprendono tutti quei lavori con moderato ed intermedio sforzo fisico, ad esempio: magazzinieri, commessi, infermieri, operai.

Sono considerate attività pesanti quelle con lavoro muscolare notevole tipo: gli addetti ai lavori agricoli, i manovali, i fabbri, gli operai con rilevante impegno fisico, i facchini.

Al fabbisogno energetico ricavato dal metabolismo di base più l'attività lavorativa occorre sommare il dispendio energetico proprio dello sport praticato.


Advertising

X115