Iodio

Lo iodio è un oligoelemento necessario per la sintesi degli ormoni tiroidei.

FONTI: Il pesce e le alghe marine (fucus) sono le fonti più ricche di iodio in natura. L'apporto più consistente deriva comunque dall'utilizzo di sale marino (anche se non iodato, il sale di mare contiene naturalmente una piccola percentuale di iodio).

Dose giornaliera raccomandata di iodio:

Lattanti
   Fino a 6 mesi 40 mg
   6-12 mesi 50
Bambini
   1-3 anni 70
   3-6 anni 90
   7-10 anni 120
Adolescenti e adulti
    oltre 11 anni 150
   Donne in gravidanza 175
   Donne durante l'allattamento 200

CARENZA

Carenze di iodio si possono verificare in tutta la vita, ma sono particolarmente dannose in gravidanza e nei neonati.
Una carenza di iodio determina ipotiroidismo e/o porta all'ingrossamento della tiroide (gozzo), accompagnandosi a sintomi come fatica, sensazione di freddo, polso lento, pressione bassa, tendenza ad ingrassare, colesterolo alto ecc..
La carenza di iodio, secondo Bernard Eskin, può essere associata e contribuire alla comparsa di cisti e noduli al seno.

FUNZIONE

Lo iodio aumenta l'attività della tiroide accelerando il metabolismo. Un metabolismo più veloce significa un maggior utilizzo di calorie e grassi a scopo energetico. La tiammina (vit.B1) assiste lo iodio nella sua azione stimolante sulla tiroide.

Iodio per Dimagrire »